Bonus mutuo Under 36: un importante supporto con garanzia all’80%

Bonus Mutuo Under 36

Bonus mutuo: Importante supporto per gli under 36 che acquistano la prima casa. Garanzia dello Stato all’80%.

Con il decreto Sostegni bis, pubblicato in gazzetta ufficiale il 25 maggio, è entrato in vigore il bonus mutuo, una garanzia di Stato sull’80% dell’importo per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani acquirenti. I giovani al di sotto dei 36 anni potranno quindi beneficiare del fondo di garanzia dello stato per accedere al mutuo.

Al pacchetto è stata aggiunta anche la cancellazione dell’imposta di registro e delle imposte ipotecarie e catastali. Fino al 30 giugno del 2022 gli atti per l’acquisto della prima casa, ad eccezione delle categorie catastali A1, A8 e A9, saranno esenti dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecarie e catastali se stipulati a favore di soggetti che non hanno compiuto trentasei anni di età nell’anno in cui l’atto è rogitato e che hanno un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente non superiore a 40mila euro annui.

Domande Bonus Mutuo Under 6 fino al 30 giugno 2022:

Le domande per accedere alla garanzia dello Stato dedicata ai mutui potranno essere presentate dal trentesimo giorno dall’entrata in vigore del provvedimento, quindi dal 24 giugno prossimo fino al 30 giugno del 2022, dagli under 36 con un Isee sotto i 40mila euro. La dotazione del Fondo di garanzia per la prima casa è aumentata di 290 milioni di euro per il 2021 e di 250 per il 2022.

—->>> TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: ROGITO NOTARILE DI COMPRAVENDITA ECCO TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

Bonus Mutuo Under 36
Bonus Mutuo Under 36

Questa iniziativa, coniugata ai tassi di interesse ridotti di questo periodo, potrà agevolare e stimolare notevolmente i giovani ad un passo così importante e gratificante della vita, quale l’acquisto della prima Casa.

Si stima che con queste misure, oltre ad un significativo risparmio, sarà in linea di principio più facile accedere al mutuo.

Questo sostegno da parte dello Stato, potrà rappresentare un valore aggiunto per il settore immobiliare, in particolare per la domanda di quella categoria spesso tagliata fuori dal mercato dei mutui, perché non in grado di soddisfare i requisiti di garanzia richiesti dalle banche, almeno nei casi in cui non si ha (ancora) un posto di lavoro sicuro, o un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

— >>> SCOPRI TUTTI I NOSTRI SERVIZI DI CONSULENZA IMMOBILIARE

Seguici anche su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 + 30 =